20.3.13

Quasi un secolo...


A qualcuno debbo averlo detto, credo, Ma forse no.
Che io abbia una certa passione per la fantascienza credo sia ormai assodato. 
Che tra gli autori da me preferiti ci siano Dick, Ballard, Le Guin, Banks, Sturgeon - tanto per citare i primi che mi vengono in mente - credo sia altrettanto noto. Basta cercare gli articoli e le recensioni uscite su LN out-of-print e su LN on line per farsene un'idea. 
Solo che, tra gli altri, io amo anche (e non poco) Jack Vance, tanto da avergli dedicato un articolo/recensione/dichiarazione d'amore sul blog ALIA Evolution. 
Non è che non volessi pubblicarlo qui o su LN, ma non è solo ed esattamente una recensione, quanto un gesto di omaggio da parte di un fan. 
«Io odio i fan» affermò un giorno qualcuno e io mi dissi assolutamente d'accordo. 
Sicché meglio non farlo sapere troppo in giro. 
Fate un salto su ALIA Evolution, ma con aria casuale, quasi assente. 
Mi fido di voi.    

 

4 commenti:

Nick Parisi. ha detto...

Jack Vance è anche uno dei miei autori preferiti. Basta vedere quel, piccolo capolavoro che è Pianeta d'Acqua ( BLUE WORD).
Un genio!

Massimo Citi ha detto...

@Nick: inevitabilmente sono d'accordo, come immaginerai. Per dare un'idea dell'abilità di un autore è sufficiente notare la sua capacità di rendere al massimo nelle storie brevi come in quelle più lunghe. Basterà ricordare Il faleno lunare o Le case di Iszm?

Salomon Xeno ha detto...

Di Vance ho letto solo quello del Pianeta Gigante e i primi due della Terra Morente. Godibile il primo, straordinari i secondi - prima o poi riprenderò in mano gli ultimi due!

Massimo Citi ha detto...

@SX: il ciclo della Terra Morente è tra i migliori di Vance ed è stato uno dei primi che ho letto. Big Planet è, come scrivi giustamente, godibile, ma il meglio in assoluto di Vance - a mio personalissimo parere - è il ciclo dei Principi Demoni e il ciclo fantasy Lyonesse. Detto da uno che non ama particolarmente il fantasy :-)