29.4.12

Bruciando la casa


Non è stato tanto facile rispettare l'impegno domenicale della musica. Sono in montagna, dove ho una penna per il collegamento di incerto funzionamento e con tempi di risposta pressoché ottocenteschi. 
Ne potrete desumere che questo post sarà piuttosto breve, anche se, spero non indegno.
...
I Talking Heads sono stati attivi come gruppo tra il 1974 e il 1991. Guidati dall'improbabile texano David Byrne e fiancheggiati dal complicato genio di Brian Eno, hanno presentato in tutto otto album in studio e tre dal vivo.
Personalmente ho un curioso rapporto con i TH, che va dal freddo, cerebrale apprezzamento alla fissazione adolescenziale per taluni pezzi. Reazione che non stupisce, tenendo conto dell'assurdità letteralmente scritta nel DNA del gruppo. Questo pezzo, in particolare, lo ascolto sempre ad altissimo volume, anche per poter riconoscere e gustare il martellante basso di Tina Weymouth.   



2 commenti:

cily ha detto...

Bellissimo pezzo!
Ottimo ritmo e grande basso!
Adoro il basso e le canzoni dove si riesce a smascherarlo tra gli altri strumenti perchè di solito fa una grandissima parte ma rimane nascosto e mimetizzato tra la voce e la batteria.

Insomma approvo la scelta e la canzone in particolare.
Bella grinta!
E' il tipo di canzone che mi becchi ad ascoltare la mattina quando sono a casa da sola mentre faccio le pulizie e riordino, con le finestre aperte per far entrare il sole e il vento.
Chiaramente con il piccoletto ora mi tocca fare un po' più di silenzio ma insomma certi pezzi mi mettono la voglia di alzarmi in piedi e fare le cose!

maxciti ha detto...

@cily; condivido tutto, anche le pulizie e la casa vuota. Personalmente ho sparato ad alta voce anche i Queen, mentre lavavo i vetri di casa. Come certi pezzi di musica lirica.
«Vincerò, Vincerò, Vinnnnnnceròòòòòò!»