26.2.13

Sopravvivere in tempi interessanti...


Normalmente non posto interventi sulla situazione politica, se non raramente, ma mi risulta difficile far finta di nulla davanti a un risultato di questo genere per le elezioni nazionali. Quindi abbiate pazienza, ma vi beccherete anche il mio commento in proposito, il commento di uno che si interessa di come vanno le cose e che qualche eone fa ha persino fatto direttamente politica, ma, più o meno come molti, senza essere all'altezza. 
I primissimi dati, innanzitutto. 
Ha votato più o meno il 75% degli aventi diritto, 8 punti in meno del 2006 e 5 in meno del 2008. Come dire rispettivamente 3 mln e 2 mln in meno. Non male. 
Abbiamo votato con un legge elettorale del K escogitata da un corpulento indossatore di t-shirt, che è riuscita a consegnarci una camera e un senato temporalmente non sintonizzati. Un abominio.
Ulteriore dato questa volta personale: ho votato per Sinistra, Ecologia e Libertà, ovvero per Vendola, come tutto il resto della mia poco numerosa famiglia. All'occorrenza posso anche spiegare perchè, ma per il momento non lo farò. Sono qui in quanto osservatore, come uno svizzero o un marziano.
I partiti sono andati tutti male. Il PD, che pure ha nominalmente vinto, ha ottenuto alla camera 8.600.000 voti, contro i 12.000.000 del 2008. Un trenta per cento in meno. Il PDL che canta vittoria ha ottenuto alla camera 7.3000.000 voti. Nel 2008 erano stati 13.600.000... Secondo il mio stupido e apolitico calcolatore è un 47% in meno. La Lega è passata da 3.000.000 a 1.300.000. No comment. Il nostro disgraziato Casini è passato da 2.000.000 a 600.000 (-2/3, se non sbaglio). Fini, Di Pietro, Ingroia con la sua lista da circo più tutta una serie di altri importanti o medi capataz rimangono fuori dalle camere. 
E poi c'è Grillo, che ottiene 8.700.000 voti alla Camera. Erano stati 70.000 con la lista "Grilli parlanti" nel 2008. La mia calcolatrice è andata fuori capacità.  
Affermare che "Berlusconi ha tenuto" è come dire che il Titanic non è affondato ma semplicemente è sceso di duemila metri. Gli italiani sono stupidi, incolti, in misura non irrilevante disonesti e casinisti ma non sono del tutto cretini e il Berlusca NON l'hanno rivotato. Certo, ci sono stati 7 mln di idioti tombali che ci sono cascati un'altra volta o che hanno sperato nel condono anch'esso tombale promesso da B, ma il cavaliere conta moooolto meno nel parlamento attuale. E questo non è poco. 




Il vero problema, quello grosso, è: «Come ha fatto la sinistra a lasciarsi scappare come minimo 3 mln di voti e ritrovarsi nella melma come il solito, oltretutto irrisa dai sottopancia del cavaliere?». Bella domanda. 
Personalmente ho votato nelle primarie del PD. Vendola al primo giro e Bersani al secondo. Lo dico con lo stesso stato d'animo con il quale confessai all'età di  sette anni che avevo fregato una ventina di figurine a un coetaneo minorato mentale, ovvero sentendomi un completo idiota. Ma diffidavo - e non ho smesso di farlo - di Matteo Renzi, temevo che saltasse l'alleanza con SEL e così ho fatto un minimo di violenza a me stesso e ho votato per Bersani. Sono stato ricompensato da un Bersani che ha fatto campagna elettorale a base di camomilla e vaselina, giungendo persino a sostenere l'utilità della TAV. Oppercarità. E bene o male sono costretto a rivalutare le rottamazioni a suo tempo proposte dal Renzi. Che fare adesso? 


Un governo serio è impossibile, piaccia o non piaccia. Ma una legge sulle elezioni non vogliamo farla? Una legge meno suinamente idiota come l'attuale non è pensabile con un accordo tra PD SEL e Grillini? E una legge che impedisca a Mr. LatoB di possedere e controllare direttamente più di metà delle TV italiane non è possibile? Non è ragionevole? E mentre ci siamo aggiustare un pochino le cose riducendo il numero di parlamentari e tagliando in modo draconiano stipendi, prebende, rimborsi eccetera fino alle dimensioni dello stipendio di un insegnante, più o meno 2000 euro/mese? 
Ecco, se si riuscissero a fare queste tre cose direi che sono state, nonostante tutto, elezioni utili. Poi bisognerà rivotare, ovviamente, anche perché non penso che passare dall'euro al Tallero bisunto sia una grande idea, ma rivotare con alle spalle un primo passo non sarebbe male.

8 commenti:

Nick Parisi. ha detto...

Si, non sarebbe male, sinceramente però dubito- grillini a parte che i "nostri eroi" siano tanto lucidi da capirlo. Il mio scoramento di ieri veniva da tutta una serie di considerazioni:
- È vero che la Lega ha straperso, penso che nemmeno il secessionista padano più esagitato lo possa negare, e che la Lega abbia perso a me fa felice.Però grazie a questa legge elettorale adesso se Maroni vince in Lombardia ci ritroveremo un partito assolutamente minoritario al3'9% che però controlla le tre regioni più ricche d' Italia
-B ha perso voti, indubbio. Però possibile che in Italia ci siano ancora 7 milioni di persone che pendono dalle sue labra, nonostante il fatto che sia dal '94 che l' uomo non mantiene una e dico una delle sue promesse?
Guarda Max, che 7 milioni è comunque una percentuale che almeno per me risulta deprimente

Nick Parisi. ha detto...

- capitolo PD.
Lo stesso gruppo dirigente da 20 anni, totalmente incapace di guardare in faccia la realtà, già Moretti, nel 2001 li aveva avvertiti che continuando con i loro errori non avrebbero mai vinto. Non parliamo poi dell a campagna elettorale: Bersani ha dormito sugli allori cn l' unico risultato è che adesso abbiamo rivissuto lo stesso film del 2006. Dovrebbero cambiare tante cose, dalla dirigenza PD (e si. Anche io ho rivalutato i rottamatori, perchè i fatti gli hanno dato ragione) fino alla legge elettorale, dubito però a questo punto che la ragionevolezza prenda il sopravvento.
Temo che si tirerà a campare e la storia ricomincerà di nuovo.
Intanto però ci ritroviamo di nuovo con Scillipoti in parlamento.

Maxciti ha detto...

@Nick: l'Italia è un paese di ignoranti. Non è bello ricordarlo, ma è così. Basta comparare il numero di laureati e di diplomati italiano con quello della Francia (e non tocchiamo la Germania o la Norvegia, per carità) per scoprire che l'Italia viaggia più o meno sulla metà dei francesi. Ed è meglio non accennare ai livelli della lettura.
Comunque meglio 7 mln che 13,6 mln. Prima era un'alluvione insondabile di idiozia, adesso è un fiume robusto, certo, ma misurabile. E su quel numero ha il suo peso il numero di pensionati convinti di poter recuperare l'IMU a suo tempo versata. Scherzando posso anche affermare che sarebbe bene impedir loro di votare ma nella realtà non posso non chiedermi se Bersani non abbia fatto male e ignorare completamente i problemi quotidiani di milioni di persone, compresa la difficoltà di mettere insieme 200 euro per pagare l'IMU. Un problema, detto di passata, che ha avuto a suo tempo anche la mia povera suocera, risolto grazie a noi ma comunque un problema reale.

Maxciti ha detto...

@Nick 2: ah, Scilipoti... ci vorrebbe un uomo con il talento poetico di Leopardi e la cattiveria di Himmler per riassurmene bene i connotati. Buon per lui, comunque, messer B. qualche volta ha considerazione per i suoi servi.
Sul PD, nato dall'incontro tra due squadre di falliti, i DS e i margheriti, non si può che concludere che bisogna fare assolutamente qualcosa e velocemente. Avanti le seconde file, le terze, il popolo dei democratici, Renzi e suoi renzini, tutto quello che vuoi ma bisogna mandare a casa il Bersani-team.

Eddy M. ha detto...

Come ho detto da Nick, in questo momento sto cercando il modo di aiutare l'm5s della mia zona per poter dare una mano a questo abominio governativo.
Il grande passo avanti non è avvenuto, a mio avviso, a causa della negligenza del pd ma dal gran movimento che c'è dietro a grillo. Provate a discutere con qualche m5s e poi provate a non essere d'accordo con le loro idee e le loro proposte.
La cosa più importante è che si impegnano a FARLE queste cose e se ne sbattono dei numeri e delle strategie politiche.
Bisogna cambiare. Magari fra quattro\cinque anni, quando il sistema si sarà ripulito "abbastanza" potranno nascere nuove sinistre, nuove destre e nuovi centri, ma per ora abbiamo calca di spazzatura da eliminare.
Lasciamoli fare e vediamo cosa succede.
Io li aiuto, pure.
Tanto peggio di così...

Maxciti ha detto...

@Eddy M.: ben arrivato qui. È abbastanza vero che è difficile non essere d'accordo con molte delle vostre proposte e idee, ma resta vero che alcune di quelle presentate da Grillo - e non so quanto condivise dal suo movimento - non sono esattamente condivisibili.
Come la legge di sangue che prevale su quella del suolo, che taglierebbe fuori migliaia e migliaia di figli di immigrati dalla cittadinanza italiana. O quella sull'abolizione dei sindacati che mi pare di aver sentito annunciare soltanto dalle dittature militari sudamericane. O l'abolizione dell'euro, proposta quantomeno demenziale...e mi fermo qui. Con tutto ciò penso che tu faccia benissimo a impegnarti e che esistano quantomeno le condizioni minime per un colloquio e un accordo. Grazie del commento!

Salomon Xeno ha detto...

Vabbè, vale più o meno quanto scritto da Nick. Che noi ci si becca anche Maroni, quindi mazzata doppia!
Sto ancora macinando gli eventi, ammiro la vostra capacità di reazione.

Maxciti ha detto...

@SX: in certi momenti un minimo di ragionamento aiuta a sopravvivere. Ho letto di Maroni e mi sto chiedendo se nelle valli prealpine - Bergamo, Brescia, Sondrio ecc. - hanno saputo di quello che combinava il Celeste. Certo adesso c'è un legaiolo che è una garanzia di onestà (sic!), anche se è bene notare ha vinto con il 43% contro il 56% del già citato Celeste. La grande avanzata del PD è stata azzerata dai grillini e mi sto chiedendo se in realtà non sia stato un bene. Resistiamo, ci aspettano tempi movimentati.