23.12.16

L'ultimo di quest'anno


Anche per quest'anno abbiamo finito. 
Tutto bene? Tutto a posto? 
Beh, parliamone. 
Ho scoperto di aver inaugurato il 2016 con una «reportage» dalle montagne, dove scoprivo l'inquinamento visto dall'alto. E non era una bella vista.  Il secondo post era sulla morte di David Bowie. 
Diciamo che da un inizio del genere non poteva che scaturirne, prima o poi, una serie di post sempre più deprimenti, soprattutto con l'arrivo dell'autunno. 
E questo è diventato un problema nemmeno troppo piccolo. 
La sensazione che le cose si ostinino ad andare peggio delle mie speranze è diventata una costante. Spero mi perdonerete se mi sono ostinato a parlare di Donald Trump – un Berluscononi cupo, ostinato e piendisé, carico di atomiche e di CO2 – di libri belli ma tutto sommato drammaticamente profetici o di referendum, utili o inutili che fossero. Vi ho risparmiato (siatemene grati) un bel pippone sulla strage di Berlino, nonostante la mia simpatia per il berlinesi e la loro storia, la mia passione per la lingua tedesca e la morte di Fabrizia, una dei tanti giovani andati all'estero con la benedizione di Mr. Poletti. Così come non ho trovato la forza, il tempo e probabilmente la conoscenza necessaria per spiegare che cosa sta accadendo ai poli. 
...
Scendendo su un piano del tutto personale posso esultare – e in cuor mio lo sto facendo – per ALIA Evo 2.0 e per ALIA Arcipelago, libri ed e-book importanti e spero graditi dai lettori, esulto per la laurea della mia bella (lo so, lo so, sono un papà, che ci volete fare?) figlia Morgana. In realtà ALIA Evo 2.0 mi ha succhiato via una buona metà dell'anno, ma è stato bello prepararla. Ora sto meditando su un ALIA successiva, ALIA Evo 3.0, impresa tutt'altro che facile, e sugli ALIA Arcipelago successivi. Di tutto ciò penso ne riparleremo a febbraio 2017, sperando che i miei compagni di cordata abbiano voglia di tentare un'altra scalata. 
Ho continuato il lavoro per LN-LibriNuovi, pubblicando mediamente una recensione ogni tre giorni. Un lavoro che continuerò anche se con scadenze meno ravvicinate. LN ha ormai più di mille recensioni on-line, tutto sommato una discreta biblioteca. 
Ho partecipato alla vita sul social network dei vari gruppi di fantastico e fantascienza ed ho partecipato a StraniMondi 2016. Un bilancio pieno di chiaroscuri del quale ho parlato qui.  
...
Mi piacerebbe iniziare il 2017 in una maniera diversa dagli ultimi due anni, senza nulla da maledire né nulla da temere, anche se so che non è facile. 

In ogni caso vorrei chiudere l'anno con i più affettuosi auguri per i miei amici, sia quelli reali che quelli virtuali, per quelli materiali e quelli elettronici: mi siete tutti enormemente cari.

Bisognerà resistere negli anni che verranno e bisognerà trovare forza anche dove non ricordiamo di averla. 
E bisognerà ricordarsi di ridere, anche quando non ne avremo voglia. 
...
Vi lascio con un haiku di Matsuo Bashô, una visione e insieme un augurio:

Profumo di fiori di pruno
sorge improvviso il sole
sul sentiero di montagna 

 

15 commenti:

Il Menestrello ha detto...

Ciao Massimo,
Mi sono reso conto che cambiando lavoro ho smesso di aprire le pagine internet che non erano direttamente collegate a esso... quindi mi sono perso un po'.
Ci tengo a precisare che il 2016 è stato un anno duro da mandar giù, ma in fondo posso dire (parere personale!) che un passo importante l'ho fatto ed è stato Alia, ma non per la pubblicazione, per le persone: perché l'appartenenza al gruppo mi rende orgoglioso di esserci stato, mi fa sentire un po' più grande del mingherlino che sono (al livello di scrittore) e lo devo solo grazie a te, a Silvia e a tutti gli altri!
Per la cordata, io soffro di vertigini, ma sono pronto a partire!

Fai gli auguri a tutta la famiglia e che il 2017 sia un anno migliore!

Paolo ha detto...

Auguri a te, a Silvia, a Morgana e a Isidora. Dimentico qualcuno?

Paolo ha detto...

(Posso di nuovo scrivere commenti sul blog!!!)

morbidiapprodi ha detto...

Caro Max, tanti auguri a te e famiglia tutta per un 2017 quanto meno ricco di progetti e di voglia di fare. Mi associo al commento dell'amico Davide per quanto riguarda la gioia e l'orgoglio di far parte del gruppo. Naturalmente sono sempre pronto a lanciarmi con voi nel prossimo Alia e ti ringrazio ancora per il privilegio di aver potuto contribuire alla collana Arcipelago, un progetto bellissimo dal quale mi aspetto nuove belle sorprese per l'anno nuovo!

Massimo Citi ha detto...

@Menestrello: grazie per gli auguri che ricambio di cuore. Penso anch'io che l'esperienza di ALIA sia stata importante un po' per tutti noi. Speriamo di replicarla con il prossimo!

Massimo Citi ha detto...

@Paolo: hai dimenticato il mio povero cane, Mirra, ma ti vogliamo bene ugualmente. Come sai sei già nella squadra e ci risentiremo al momento giusto.

Massimo Citi ha detto...

@Fabio: il tuo entusiasmo è una garanzia, sempre. Senza contare la qualità indiscutibile d ciò che scrivi. Ti ricambio di cuore gli auguri e spero di avere ancora una lunga strada per percorrere insieme.

Nick Parisi. ha detto...

Buon Natale e buon anno a tutti!

Obsidian M ha detto...

Il 2016 è iniziato da schifo, è andato avanti una merda e si è concluso ancora peggio. Cos'altro può capitarci? Ho paura che questa cosa però la ripeto tutti gli anni....
Buone Feste a te e a tutti i tuoi cari!

Glò ha detto...

Nonostante le difficoltà generali, gli sconquassi, le tragedie e via così - sob - il tuo anno è stato segnato da traguardi e conferme importanti.
Ho potuto apprezzare il tuo/vostro lavoro e seguendoti so quanta passione e competenza metti, sia nei progetti editoriali che nello stesso blog, ricco di spunti mai banali. E sai che non faccio panegirici, perché qui son di casa e commento spesso (povero te XD)

Auguri e tanta serenità a te e famiglia ^_^

P.S.: l'haiku è stupendo, un augurio prezioso!

Massimo Citi ha detto...

@Nick: Grazie, ricambiamo di cuore, tre adulti umani, una gatta e una cana...!

Massimo Citi ha detto...

@Obsidian: cominciavo a pensare fosse soltanto una mia opinione quella sul 2016. Per il 2017 ho qualche illusione e poche speranze... In ogni caso tantissimi auguri a te e famiglia.

Massimo Citi ha detto...

@Giò: credo di aver fatto un buon lavoro, è vero, anche se - ovviamente - non ne sono del tutto soddisfatto. Ma capita a quelli che hanno un cervello guasto come il mio. Grazie per i complimenti sul blog, l'unica cosa che posso dire in proposito è che cerco di essere sincero per quanto mi è umanamente possibile. Continuerò così. Tantissimi auguri anche a te, famiglia e amici e grazie per aver apprezzato l'haiku, un tipo di poesia che amo particolarmente.

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

Auguri! Auguri a tutte e a tutti! Auguri Massimo, a te e alle persone che ami e speriamo che il 2017 sia un po' meno merdoso del 2016!
...che però almeno una cosa buona, per me, l'ha avuta: io e il mio compagno abbiamo potuto finalmente sposarci :)
A presto!

Massimo Citi ha detto...

@Orlando: grazie di cuore e speriamo che il tuo auspicio risulti vero: abbiamo bisogno di un anno normale, quieto come quelli della nostra gioventù. Non è che ci credi ma speriamo che le parole siano un incantesimo. E ancora tanti auguri di felicità a te e al tuo compagno.